Nephilim Force

Gli Shadow Soldiers Italiani

Perchè altri 3 libri?



Cassandra ci dà delle delucidazioni interessanti su cosa l’ha spinta a continuare la saga di The Mortal Instruments:

Ho sempre detto che The mortal instruments era stata concepita come una trilogia, non avevo nessuna intenzione di proseguire il passato di Città di vetro, inizialmente. Due cose hanno cambiato la situazione: Uno, avevo scritto una trama per una storyline riguardante cosa sarebbe successo a Simon dopo gli eventi di Città di vetro. Quando la graphic novel non funzionò, lascia la storyline e non ci lavorai più sopra, così suggerii al mio editore un quarto capitolo di The mortal instruments incentrato su Simon, e mostrai la struttura per la graphic novel. Sono stati soddisfatti dell’idea, e abbiamo stretto l’accordo per City of fallen angels, anche se in quel momento non avevo scritto ancora nulla al riguardo – stavo ancora finendo il primo libro di Infernal devices, Clockwork angel, che tratta gli antenati di Jace, Clary e dei Lightwoods.

Non appena chiusi Clockwork angel, il modo in cui gli eventi presero forma mi diede l’idea per un nuovo cattivo e di un conflitto che avrebbe potuto affliggere il cast dei personaggi di The mortal instruments, e di collegarli alla trama di Simon, che già ho. Mi sono sempre piaciute le storie in cui il passato remoto si fa avanti a pregiudicare il futuro, così, senza spoiler, quando ho capito che potevo collegare gli avvenimenti di Infernal devices fino agli estremi confini da poco risolti in Città di vetro,  mi sono resa conto che non avrei potuto aspettare di scrivere questa storia, soprattutto considerando la quantità di confusione che sapevo avrebbe portato alle vite di Jace, Clary, Simon, Alec, Magnus, Isabelle e gli altri!

Poi nell’ottobre dello scorso anno, mi sono seduta per iniziare a scrivere la storia di City of fallen angels. Avevo avuto una descrizione dettagliata basata in parte sul concetto di graphic novel, ma quando si trattava di ampliare la struttura e la scrittura della storia, semplicemente non stava funzionando per me. Ero ad un ritiro di scrittura in Messico insieme ad altri scrittori, e quando ci siamo seduti, andando oltre le questioni che stavo discutendo, mi resi conto che la storia che avevo pensato di raccontare era davvero molto più grande – che la mia piccola storia incentrata su Simon si era trasformata in qualcosa di molto più grande, molto più epico e che coinvolge profondamente i personaggi dei primi tre libri di The mortal instruments. Ho capito che quello che avevo tra le mani non era solo un libro che avvolge la storia iniziata in The mortal instruments, ma piuttosto l’inizio di una nuova trilogia su questi personaggi. (La parte più divertente è stata chiamare il mio agente e redattore per spiegargli “Vi ricordate del libro che stavo scrivendo? Beh in realtà sono tre libri!” Mi piace pensare che poteva sentire le teste colpire le scrivanie attraverso tutta la Simon & Schuster) Ma quando ho presentato la bozza del piano di Fallen angels, City of lost soul e City of Heavnely fire, si sono nuovamente eccitati all’idea di una nuova trilogia – e spero che lo saranno anche i lettori.

Così, giusto per essere assolutamente chiara: The mortal instruments è ora una saga di sei libri. Ho fatto un patto con me stessa di non andare oltre a tale numero, ma capisco bene se nessuno mi crede 🙂 . Nel frattempo potete chiamarla saga, serie, cronaca o sei cose per sostenere il vostro tavolo. Tutto quello che sò è che ho avuto uno sfogo di scrittura su City of fallen angels e non vedo l’ora di arrivare a Lost soul e Heavnely fire – e sarà un intenso viaggio buio per Jace, Clary, Simon e co. (per non parlare di alcuni personaggi nuovi che incontreremo lungo la strada) e spero che la gente non vedrà l’ora di leggerli, tanto quanto io no vedo l’ora di scriverli.

Alcune persone mi hanno chiesto perchè i tempi di pubblicazione sono irregolari (aprile, poi maggio, poi settembre di ogni anno). Tenete presente che sto scrivendo ancora la saga di Infernal devices. Tale calendario scaglionato era l’unico modo che ho potuto scrivere in entrambe le serie allo stesso tempo per non morire.

Ringraziamo Cassandra Clare per questi nuovi dettagli e le auguriamo buon lavoro!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: